Natale a Napoli: tra mostre cucine ed eventi

0
359

Presepi e pizza fritta, zaffate di rum da babà sontuosi che occhieggiano dalle vetrine; voci e volti levantini; capitoni guizzanti nelle vasche e panni stesi al sole. Scene dal centro antico di Napoli in una mattinata di dicembre. Stupore e stordimento sono assicurati.

Concerti, performance teatrali, visite guidate, spettacoli disegnano la mappa del Natale a Napoli, fino al al 7 gennaio, con appuntamenti anche per i bambini, come Il Piccolo Regno Incantato, che trasforma gli spazi del Convento di San Domenico Maggiore in un mondo fiabesco: si cammina nei corridoi, nelle celle dei monaci e ci si imbatte in personaggi che raccontano favole e luoghi fantastici.

Casa Morra ha inaugurato la seconda tappa del percorso espositivo Cento Anni di Mostra, svelando al pubblico nuovi spazi del monumentale Palazzo Cassano Ayerbo D’Aragona, con le opere di Julian Beck, Hermann Nitsch e Shozo Shimamoto.

Nel centro antico, le pasticcerie Il Capriccio e Capparelli si contendono il primato del miglior babà della città. Il dicembre partenopeo è un trionfo di dolci: roccocò, struffoli, pastiere e mostaccioli. Alla Salumeria Upnea, bar e bistrot con pezzi vintage e d’arte, il ragù è fatto secondo la ricetta borbonica, pippiante (gergo partenopeo per il rumore della bollitura) per almeno 36 ore, e servito nel cozzetto di pane casareccio.

Eventi e gusti e molto altro ancora, nel cuore della città campana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here